Amsterdam.

I did it. I succeded.
It’s not easy to describe my happiness, my feelings, my joy, but I’m so proud of myself. I cannot really realize at this moment but I did it.
I found a job. I found a job in my favourite city, in my second home-country. I went away from Italy. I had the opportunity.
I changed my life. I followed my dreams and I’m making them coming true. I changed my life because I wanted so much. I made choices, even if they were difficult.

I’m almost speechless, my smile talks in my place.

I think I will update my blog in english from now, just to improve myself and to be in contact with english-speaking-people as well. I will blog about my experience here, my recipes, my life, my thoughts as I did untill now. Probably I will write something in italian, something in dutch. I have a lot of things to do, do discover, to see, to feel.

I’m happy. That’s the best thing.tumblr_mdv0nm8ltA1r2bljmo1_1280_large_edited-1 copy

210213-1427(001)

9915140C1EB2E8C78C0F6508EFC41973

Advertisements

Cuori e riflessioni per San Valentino.

Cuori, cuori ovunque. Chi ha inventato la ricorrenza di San Valentino? O sono io che ho sviluppato repulsione a cuoricini illusori e sdolcinatezze varie o semplicemente ho concentrato la mia attenzione su altre cose più interessanti e utili che festeggiare ricorrenze come queste. Anche perchè, diciamocelo, se ami una persona, glielo dimostri ogni giorno e non in modo particolare solamente il 14 di febbraio, riempendogli la pancia di cene costose e vini che, alla fine, sanno solo di sugher0. Per me, l’amore è ben altra cosa…
E per citare Eternal Sunshine of a Spotless Mind :

Random thoughts for Valentine’s Day, 2004. Today is a holiday invented by greeting card companies. To make people feel like crap.

grumpy-cat-valentine

In barba a tutte le convenzioni sociali-commerciali sanvalentiniane, io ho preparato una bella crostata alla marmellata di (a)more con cinque cuoricini sopra che io e mia mamma ci siamo golosamente pappate. 😉

Crostata alle more
Ingredienti:
300gr di farina integrale
80gr di zucchero di canna
3/4 cucchiai di olio evo
cannella a volontà
un barattolo di marmellata di more

Procedimento:
Impastare la farina con lo zucchero, l’olio, la cannella e acqua fino ad ottenere un impasto solido. Lasciar riposare in frigo per una mezzora. Stendere l’impasto e sistemarlo su una teglia, riempire con la marmellata e decorare la superficie a piacere con l’impasto rimasto. Infornare per 45 minuti a 180°C. Servire a temperatura ambiente.

***

Hearts. Hearts everywhere. Who has invented San Valentine day? Do I develop repulse towards misleading hearts and mushy things or simply I put my focus on more important and useful things then celebrate those days. Even more, if you truly love someone, you show it every day and not only particulary on the 14th of February, filling his or her belly with expensive dinners and cork-taste wines. In my opinion, love is totally different…
And quoting Eternal Sunshine of a Spotless Mind:

Random thoughts for Valentine’s Day, 2004. Today is a holiday invented by greeting card companies. To make people feel like crap.

In spite of every social and commercial san Valentine norms, I prepared a delightful blackberry jam custard pie with five hearts on it, which me and my mother have greedly crunched 😉

This slideshow requires JavaScript.

Blackberry custard pie
Ingredients:
300gr wholewheat flour
80gr brown sugar
3/4 tablespoons of olive oil
cinnamon
one pot of blackberry jam

Proceeding:
Mix the flour with sugar, oil, cinnamon and water untill you get a solid pastry. Let it rest in the fridge for half an hour. Roll out the pastry and put in a bakin tin, fill with the jam and decor the surface as you want with the remain of the pastry. Bake for 45 minutes at 180°C. Serve at room temperature.

Bon appetit!
9915140C1EB2E8C78C0F6508EFC41973

BANNER

1056910_51209851-001

Il mio pane con lievito madre.

Adoro autoprodurre il pane, sperimentare con nuove farine e nuovi ingredienti, aggiungendo spezie, semi e verdure all’impasto. Questa volta ho voluto testare il lievito madre in polvere e, dopo qualche oretta di lavoro, ecco il risultato! Non male, no?! 😉
I love home made bread, testing new flours and new ingredients, adding spices, seeds and vegetables to the dough. This time I wanted to test starter yeast in powder and, after some hours of working out, that’s the result! Not bad, isn’t it?! 😉

This slideshow requires JavaScript.

Pane con lievito madre
Ingredienti:
350gr di farina integrale
30gr di lievito madre in polvere
200ml di acqua
semi vari a piacere (ho usato semi di girasole e di zucca)
spezie a piacere (ho usato origano e pepe)
verdure a piacere (ho usato zucca e spinaci)

Procedimento:
Versare la farina, il lievito, i semi e le spezie scelte in una ciotola, aggiungere l’acqua e mescolare fino ad ottenere un impasto molle. Lasciar lievitare in un luogo tiepido per due ore abbondanti o fino a raddoppio di volume. Versare l’impasto in una teglia o modellarlo secondo la vostra forma preferita e lasciar lievitare un’altra mezzora. Cuocere in forno caldo a 180°C per mezzora circa.

Starter yeast bread
Ingredients:
350gr wholewheat flour
30gr starter yeast in powder
200ml of water
seeds (I’ve used pumpkin and sunflower seeds)
spieces (I’ve used origanum and pepper)
vegetables (I’ve used pumpkin and spinach)

Proceeding:
Mix flour, yeast, seeds and spieces in a bowl with water untill you get a smooth dough. Let it rise up in a warm place for two hours or untill it grows double. Put the dough in a baking tin or shape it according to your desire and let it rise up a half an hour. Cook in warm oven at 180°C for half of an hour.

Bon appetit!

9915140C1EB2E8C78C0F6508EFC41973

Primo Contest

Biscotti integrali del buonumore.

Un biscotto così buono che ti riempie il cuore e la pancia.
Un biscotto così semplice da preparare che nemmeno servono gli stampini.
Un biscotto così sano che ti toglie la voglia di comprare quelli del supermercato.
Nom. Nom. Nom.

This slideshow requires JavaScript.

Biscotti integrali
Ingredienti:
300gr di farina integrale
80gr di zucchero di canna
2 cucchiai di olio evo
uvetta a piacere
scaglie di cioccolato fondente a piacere
mezza tazza di fiocchi di avena
una tazza di the
una spolverata di cannella

Procedimento:
Miscelare la farina con lo zucchero e la cannella in una ciotola, aggiungere le scaglie di cioccolato, l’olio, l’uvetta e i fiocchi d’avena dapprima lasciati in ammollo nella tazza di the. Impastare fino ad ottenere un composto omogeneo da lasciar riposare in frigo per una mezzora o più. Ricavare dei biscottoni come più vi piacciono dall’impasto, sistemarli su una teglia e cuocere in forno a 180°C per 15 minuti.

Whole wheat flour biscuits
Ingredients:
300gr whole wheat flour
80gr brown suger
two tablespoons olive oil
raisins, dark chocholate as you wish
half cup of oatmeal
one cup of thea
cinnamon

Proceeding:
Mix the flour with sugar and cinnamon, add chocholate chips, oil, raisins and oatmeal earlier soaked in a cup of thea. Mix untill you get a stiff pastry, let it rest for more than an half of an hour in the firdge. Shape biscuits from the dough, put them in a baking tin and cook at 180°C for 15 minutes.

Bon appetit!
9915140C1EB2E8C78C0F6508EFC41973

1056910_51209851-001Contest cake therapy

BannerContest

Filosofia spiccia e pensieri sparsi.

Mi mancava scrivere un post di quelli pseudo riflessivi-filosofici.
Ci stavo pensando da giorni e mi chiedevo se pubblicarlo o meno, poi mi sono detta Perchè no?!  E’ proprio quest’ultima domanda che mi ha aperto un sacco la mente (più di quanto l’avessi già, e non per pavoneggiarmi…), che mi ha fatto capire molte cose e mi ha dato la possibilità di fare esperienza di molte situazioni. Perchè non buttarsi sulle cose? Perchè restare sempre ancorati a quelle sicurezze ormai troppo vecchie e stantie che ci bloccano in una routine noiosa e annosa? Perchè continuare a trascinarsi inutili palle al piede che ci rendono infelici e incapaci di apprezzare le mille altre opportunità che ci attendono se allungassimo un po’ di più i nostri orizzonti? Perchè continuare a battere il muso su cose che non cambieranno mai e ci avvelenano il fegato?
Potrei continuare con queste domande per ore.
Io ho fatto una scelta. Una scelta non facile e non immediata, ma che mi ha reso la vita molto meno tediosa. Ho scelto di vivere felice e con tranquillità, ho scelto di dedicarmi alle cose che mi piacciono e mi fanno stare bene, ho scelto di circondarmi di persone a cui voglio realmente bene e che me ne vogliono realmente a loro volta, ho scelto di rinunciare alle male voci e alla falsità, ho scelto di vivere la mia vita come desidero io dal mio profondo, ho scelto di sorridere di più e prendermela di meno, ho scelto di farmi più passeggiate da sola a piedi con la mia musica preferita piuttosto che pomeriggi di chiacchiere vane e vuote, ho scelto di seguire i miei sogni dovunque essi mi portino, ho scelto di non avere paura di ciò che non conosco, ho scelto di ascoltare me stessa in silenzio, ho scelto di non puntare il dito verso l’altro ma di riformulare prima i miei giudizi e le mie critiche, ho scelto di parlare chiaro e apertamente senza nascondere ciò che realmente penso e sono, ho scelto di lottare per ciò in cui credo senza prevaricare, ho scelto di essere giusta, ho scelto di osservare e capire meglio le cose, ho scelto…
E, bando all’aura bucolico-fiabesca che i miei pensieri possano evocare, mi sento scoppiare il cuore di felicità, ma di una felicità pura, non fatta di possedere cose materiali o sfoggiare astrusità modaiole e conformistiche, una felicità mia, una felicità che solo io posso conquistare e potrò ancora perfezionare mano mano, una felicità che può sembrare egoista ma che in realtà non lo è, perchè così facendo anche le persone intorno a me vivono bene e in equilibrio con me. Ed è bellissimo.
Non fermatevi mai, continuate a rincorrere i vostri sogni, a cercare le persone a cui tenere, a coltivare le vostre passioni, solo così sarete felici. Correndo, senza fretta.tumblr_mhixq8dmhW1rrjjxto1_4009915140C1EB2E8C78C0F6508EFC41973