Spaghetti estivi alle vongole.

Un’altra ricetta, ebbene sì, ma stavolta ci ho azzeccato con la stagione, visto l’arrivo del caldo nei prossimi giorni: oggi ho preparato questi sfiziosi spaghetti con vongole e pomodoro, profumati al prezzemolo e capperi: buonissimi!

Ingredienti: (x4)
360gr spaghetti
3 pomodori maturi
150gr vongole
4 spicchi di aglio
2 peperoncini
una manciata di capperi
prezzemolo
olio evo

Procedimento:
Far imbiondire in una padella l’aglio schiacciato con l’olio e il peperoncino per qualche minuto, aggiungere le vongole e lasciar cuocere per una decina di minuti con il coperchio. Aggiungere i pomodori tagliati grossolanamente e i capperi, cuocere per altri dieci minuti aggiustando di sale. Nel frattempo cuocere la pasta in acqua bollente, scolare al dente e far saltare in padella con il condimento preparato. Aggiungere il prezzemolo e servire con un filo d’olio a crudo.

Sughetto

Ingredients: (x4)
360gr spaghetti
3 riped tomatoes
150gr clams
4 garlic cloves
2 chilly peppers
capers
parsley
olive oil

Proceeding:
Brown lightly garlic cloves with olive oil and chilly peppers in a pan for a few minutes, add clams and let them cook for ten minutes with a cover on. Add chopped tomatoes and capers, cook then for another ten minutes putting salt as you want. In the meanwhile cook pasta in boiling water, drain it firm and sautè in the pan with the relish. Add parsley and serve with raw oil.

Pronta!

Bon appetit!

Advertisements

Insalata o non insalata…

That’s the question! Innanzitutto buon Ferragosto a tutti!
Oggi vi propongo una ricetta estiva sfiziosissima da gustare per una cena fresca e leggera, per non appesantirsi troppo in questi giorni afosi. Un’insalata non insalata, per l’appunto. Un’ insalata di pesce, verdure e patate da servire a temperatura ambiente e magari accompagnata da qualche salsetta allo yogurt come dressing. Vediamo come si fa…

Ingredienti: (per 4 persone)
6 patate medio/grandi
4 pomodori medi
400gr di anelli di totano
una carota
un gambo di sedano
un pizzico di sale
prezzemolo q.b.

Procedimento:
Pelate le patate e fatele bollire fino a cottura, poi lasciatele raffreddare. Cuocete il pesce a vapore per 15 minuti e lasciatelo raffreddare. Nel frattempo lavate le verdure, tagliate il pomodoro a dadini grossolani e il sedano a piccoli listelli. Adagiate le verdure in una ciotola, unite la carota grattugiata e, una volta che le patate e il pesce si sono raffreddati, tagliate le prime a cubetti e il secondo a listelli e incorporateli alle verdure. Mescolare il tutto adagiamente e condire con prezzemolo tritato, olio, aceto, un pizzico di sale e la vostra migliore salsa dressing.


Bon appetit!

Pesto alla genovese.

Adoro pastrocchiare in cucina fin da piccola, specialmente nel mio tempo libero, e amo far sperimentare alla mia famiglia le mie creazioni culinarie. La ricetta che vi propongo oggi è il celeberrimo pesto alla genovese, realizzato però senza mortaio, come la regola d’oro impone. Vediamo il procedimento…

 

Ingredienti: (per un vasetto da circa 125gr)

25gr di foglie di basilico fresco
1 spicchio d’aglio
50ml di olio evo
8gr di pinoli sgusciati
35gr di parmigiano reggiano
15gr di pecorino
1 pizzico di sale

Procedimento:
Mettere in un bicchiere alto l’olio, il formaggio, i pinoli tagliuzzati e l’aglio. Aggiungere le foglie di basilico precedendemente lavate e asciugate delicatamente (non devono rovinarsi, altrimenti ne va del loro sapore) e un pizzico di sale. Con un frullatore a immersione lavorare tutti gli ingredienti fin quando non si otterrà un composto cremoso. Al termine mettere il pesto in un vasetto di vetro e ricoprire d’olio per la conservazione, o altrimenti fate bollire delle linguine e servite per pranzo!

Bon appetit!

Summer Jamboree… The hottest rockin’ festival!

Avete voglia di fare un tuffo nei mitici anni 50? Di vestirvi come una sexy pin up o farvi la “banana” alla Elvis? Allora il festival che fa per voi è a Senigallia (AN): il Summer Jamboree, una settimana di eventi, concerti, raduni di auto e moto pre 1965, lezioni di rock’n’roll, mercatini vintage e quant’altro! Uno sciame di ragazze e ragazzi (e anche di più senior e veterani) vestiti con ampie gonne a pois e con la classica t-shirt bianca abbinata al chiodo o alle più comuni bretelle invade la città marchigiana con i motori rombanti delle loro moto chopper. Un festival più unico che raro a cui vale la pena partecipare almeno una volta per riscoprire la moda e la cultura dei mitici Fifties e dondolare sulle note della musica rockabilly. Tirate fuori dall’armadio il vecchio vestito dei vostri nonni o dei vostri genitori quando avevano 18 anni, mettete un fiore tra i capelli, prendete il vostro fidanzato o fidanzata e fate un salto al Jamboree!