Tiramisú and happy new year.

Hi everyone, happy 2015 to you, who keeps reading my lately lazy blog 😉 🙂 Hope you had a lovely Christmas and lot of fun on new year’s eve!
I came back with plenty of recipes which I would love to share with you guys and I will begin with a dessert, the other way around! Enjoy!


Tiramisú
Ingredients:
500ml cream
cocoa powder
savoiardi – ladyfingers
espresso coffee
dark chocolate chips

Directions:
Prepare 3 large cups of espresso coffee (I used my beloved italian Moka) and set aside. Prepare the filling by whipping the cream, add sugar if needed and 4 tablespoons of cocoa powder. Take the biscuits and soak one by one in coffee, layer a large tin with them. Fill the tin with alternate layers of biscuits and cream till the edge. Sprinkle pure chocolate chips on the last layer of cream and set the tiramisú in the fridge for at least 5 hours. It will taste better if prepared one evening before serving.

Advertisements

Si accendono le luci di dicembre…

Piano piano le nostre città e paesini cominciano a brulicare di lucine e addobbi natalizi, anche se abbiamo appena passato la prima domenica di avvento, e con loro iniziano i preparativi per l’ultima e la più attesa festa dell’anno: il Natale. Adoro l’atmosfera natalizia, detesto il consumismo che la accompagna imperterrita. Per me il Natale è essenzialmente un momento di tranquillità da passare con la famiglia, stretti attorno alla tavola e al fuoco, sia esso scoppiettante nel camino o simbolico provato nel cuore dei nostri cari, ritrovarsi a parlare con calma dopo essersi a lungo cercati tra impegni quotidiani frenetici o assenze per lavoro/studio. Il Natale è calore, calma, serenità. Non è di certo il correre per negozi a cercare il regalo per il parente/zio/amico/nipote cui sentiamo l’obbligo imperante di fargli il regalo altrimenti chissà che succede, non è di certo l’abbuffarsi come animali selvaggi che non si rifocillano da mesi e che poi si lamentano dei chili di troppo da dover smaltire nelle palestre, gremite a gennaio, non è di certo lo sfoggiare sorrisi finti e regali costosissimi per fare a gara a chi mantiene meglio le entrate del megastore di elettronica. Potrei continuare con la lista, ma poi mi accusereste di essere troppo utopica, perchè si, in fondo anche io faccio regali, anche io sorrido a malapena a parenti che vedo solo per le festività, ma tendo sempre a essere più coerente possibile con le mie idee. Un regalo ci sta, ma fatto con il cuore, non con il portafogli. Preferirei ricevere o inviare solo un biglietto, ma nemmeno, solo un “Auguri” piuttosto che dover aprire o far aprire un pacco infiocchettato e trovare all’interno un qualcosa che mi sentivo in dovere di fare per chissà che motivazione. Si risparmierebbero brutte figure a volte.
Piuttosto, troviamoci tutti insieme per scegliere le palline da appendere all’albero, o le stelle da appendere alla finestra e nel frattempo culliamoci nella calda atmosfera del nostro salotto con le persone a cui teniamo, scambiamoci gesti e tenerezze mentre imbandiamo la tavola per il pranzo o cuciniamo le varie pietanze… Tutto ciò farà da sfondo al più bel regalo di cui possiamo deliziarci: l’affetto, l’armonia e la tranquillità della nostra famiglia. E non ce ne ricordiamo solo a Natale, per favore, ma approfittiamone tutto l’anno, perchè possiamo essere più buoni sempre, non solo il 25 dicembre!